Offerta!
 

CANNA DA ZUCCHERO ‘Saccarum Officinarum’

24,80 19,90

Saccharum officinarum – Canna da Zucchero

VASO: Ø CM 18/ LT: 4

 

Esaurito

Esaurito

Vuoi ricevere un avviso quando sarà ancora disponibile?


 

Descrizione

Saccharum officinarum comunemente nota come canna da zucchero o cannamele, è una pianta tropicale, originaria delle regioni indomalesi, appartenente alla famiglia delle Poaceae (Graminacee). Può essere usata come alimento immediato, estraendone il succo attraverso spremitura, oppure nella produzione del dolcificante più diffuso: lo zucchero.

Saccharum officinarum è una pianta tropicale perenne, a portamento cespuglioso, che raggiunge in media i 4-5 metri d’altezza, anche se alcune specie superano i 6 metri. La pianta presenta un rizoma duro ed angoloso, dal quale spuntano numerosi steli legnosi intervallati da nodi. Più che di fusti, nella canna da zucchero si parla di culmi, tipicamente cavi, paragonabili a quelli del bambù: ogni pianta è costituita da un fusto principale ramificato in numerosi culmi aerei.

Il culmo presenta un diametro variabile dai 3 ai 5 centimetri, in grado di raggiungere – od oltrepassare – anche i 10 chili di peso. Il colore, variabile a seconda della specie e della varietà, può essere giallo, violaceo, verde o rossiccio. Gli steli sono rivestiti da foglie molto lunghe e verdi, lanceolate ed incastrate su nodi con una guaina che avvolge il culmo. I fiori, molto simili a quelli di avena e frumento, sono riuniti in infiorescenze chiamate pannocchie, che possono raggiungere anche dimensioni piuttosto consistenti (90 cm). Lo zucchero è ricavato da un fluido sciropposo presente all’interno del fusto.

La canna da zucchero è una pianta tropicale perenne che ha bisogno di un clima umido e caldo, ha portamento cespuglioso e raggiunge in media i 4-5 metri d’altezza, anche se alcune specie superano i 6 metri. Lo zucchero si accumula nel midollo che riempie il fusto chiamato culmo tipicamente cavo, paragonabile a quello del bambù: ogni pianta è costituita da un fusto principale ramificato in numerosi culmi aerei. Il culmo presenta un diametro variabile dai 3 ai 5 centimetri, in grado di raggiungere e oltrepassare anche i 10 chili di peso. Gli steli sono rivestiti da foglie molto lunghe e verdi, lanceolate ed incastrate su nodi con una guaina che avvolge il culmo. I fiori, molto simili a quelli di avena e frumento, sono riuniti in infiorescenze chiamate pannocchie, che possono raggiungere anche dimensioni piuttosto consistenti (90 cm). Lo zucchero è ricavato da un fluido sciropposo presente all’interno del fusto.

Raggiunta la maturità, la pianta della canna da zucchero viene tagliata e spezzata in frammenti di piccole dimensioni; dopodiché, il tutto viene spremuto per estrarre il cosiddetto sugo leggero, un succo dolcissimo.
La parte fibrosa e legnosa viene messa da parte e destinata ad essere trasformata in fonte energetica; il succo viene accuratamente filtrato dopo esser stato purificato con latte di calce.
Tramite evaporazione, la parte acquosa viene eliminata: rimane così un succo concentrato, successivamente centrifugato per ottenere, come prodotto finale, la melassa.
Lo zucchero grezzo di canna contiene il 2% di impurezze, mentre quello raffinato, sottoposto perciò ad un’ulteriore purificazione, è paragonabile a quello classico, da cucina.

RICHIESTA INFORMAZIONI

Informazioni aggiuntive

Peso5 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “CANNA DA ZUCCHERO ‘Saccarum Officinarum’”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.